Text Neck Syndrome & Osteopatia





I device portatili, quali smartphone e tablet, ci hanno completamente rivoluzionato la vita.

Ormai ognuno di noi gestisce gran parte del proprio lavoro, della propria istruzione, delle attività sociali, dei contatti, degli svaghi e delle passioni attraverso lo schermo un telefonino o di un tablet.

La rivoluzione prodotta dall’innovazione tecnologica di questi device, rende ognuno di noi completamente dipendente dal proprio smartphone.

Il tempo che spendiamo ad utilizzare lo smartphone è via via maggiore. Se nel 2019 il tempo medio giornaliero passato ad usare lo smartphone era di circa 3h15’, nel 2020 questo dato è cresciuto fino a circa 4h al giorno (con picchi di oltre 6h30’ al giorno), ed il trend continua ad essere in crescita.

Ciò che ne risulta è un drastico aumento di una “sindrome” tutta nuova e legata appunto all’uso “compulsivo” di smartphone e tablet. Questa sindrome è stata definita dal dott. L. Fishman come Text Neck. Alcuni recenti studi (Samani et al., 2018) hanno messo in evidenza come il 35% degli utilizzatori di smartphone sviluppa questa sindrome. E la popolazione più a rischio pare essere quelle dei più giovani (Alzaid et al., 2018).


Cos’è la Text Neck Syndrome?

La Text Neck Syndrome è una condizione non fisiologica di mantenuta postura del capo e della cervicale chinati in avanti, che comporta un aumentato carico muscolo-articolare ed un uno stress ripetuto. Se il peso medio della nostra testa è compreso tra i 4,5 ed i 5,5kg, il carico da sopportare nel caso di una flessione di 60° è pari a 27kg. Se questa posizione viene assunta per 3-4h al giorno, tutti i giorni per mesi ed anni, lo stress introdotto sul rachide cervicale rischia di creare seri danni alla struttura scheletrica.

I bambini o i ragazzi sono i più vulnerabili, perché in fase di accrescimento un carico costante protratto nel tempo può comportare uno sviluppo scheletrico non ottimale o una postura alterata che si struttura e che quindi risulta estremamente difficile da correggere.




Fasi

Nelle fasi iniziale la Text Neck Syndrome si presenta come una rigidità o indolenzimento muscolare a livello della muscolatura cervicale. A lungo andare però l’alterata postura comportano disturbi a livello articolare che possono condurre anche alla perdita della fisiologica lordosi cervicale. I disturbi associati alla Text Neck Syndrome sono:

  • Mal di testa frequente

  • Cervicalgia

  • Rigidità dorsale e del cingolo scapolo omerale

  • Formicolio ed intorpidimento degli arti superiori

A lungo andare poi la postura con il capo anteposto possono far insorgere o favorire problematiche a livello gastro-intestinale o respiratorio, per via della maggiore pressione esercitata a livello toraco-addominale con riduzione dell'escursione del muscolo diaframma (essenziale sia per la respirazione sia per la digestione).

Trattamento

Nel caso in cui con l’utilizzo intensivo dello smartphone si presentino sintomi legati alla Text Neck Syndrome, una valitazione e successivo Trattamento Osteopatico possono essere di grande aiuto. Questo perché l’osteopata attraverso le valutazione ed il trattamento sistemico è in grado di ristabilire la corretta mobilità e “tensione” mio-fasciale a livello del tratto cervicale e dorsale, riducendo il sovraccarico funzionale a livello di queste strutture e ristabilendo il fisiologico adattamento posturale.

Ma il trattamento manuale potrebbe essere del tutto vano se a seguito della manipolazione non ci fosse un cambiamento dello stile di vita con:

  1. la pratica costante di una serie di esercizi di mobilità articolare, stretching stabilizzazione posturale in grado di rendere collo spalle e tratto toracico in grado di gestire meglio il carico;

  2. la modifica delle proprie abitudini di utilizzo dello smartphone o del tablet, utilizzando supporti e/o posizioni che comportino una minor flessione del capo o tempi di utilizzo ridotti.

Per quanto lo smartphone ci agevoli la vita, può anche causare una serie di problemi molto rilevanti per la nostra salute, pertanto è necessario essere consapevoli dei rischi e impostare un piano di trattamento/prevenzione per evitare danni nel medio-lungo periodo.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square