La ragnatela che ci avvolge. Ovvero: il Sistema Fasciale


Forse ancora non tutti sanno che viviamo “intrappolati” in una fitta ragnatela, che regola e a volte limita i nostri movimenti e le nostre funzioni. Non sto parlando di qualcosa di esterno a noi, ma al contrario di una intricata, complessa e altrettanto affascinante rete che abbiamo all’interno del nostro organismo.

Questa struttura è la cosiddetta “fascia”, o sistema fasciale!


La fascia è una singola rete tridimensionale di tessuto connettivo spesso che si diffonde attraverso il nostro corpo dalla testa ai piedi. Se dovessimo vederla graficamente potremmo immaginare la fascia come una grossa rete di filamenti sottili, simile ad una intricatissima ragnatela che collega ogni singola parte del corpo.


In condizione di salute, la fascia non è solamente una struttura solida, bensì è fluida e idratata. Tornando alla ragnatela, dovremmo immaginare che i vari filamenti siano in realtà composti di una sostanza liquida o gelatinosa. In questa condizione “gelatinosa” la fascia esprime il suo potenziale al meglio, garantendo tutte le sue funzioni, sia strutturali, sia di connessione e informazione , sia infine di nutrimento e idratazione per ogni tessuto corporeo.


Ma se per qualche motivo (trauma, sovraccarico, cicatrici ecc), la trama fasciale diventasse eccessivamente rigida e poco “fluida” potrebbe creare un vincolo sul corpo, ovvero ciò che viene definita una “restrizione fasciale”.

Una restrizione fasciale protratta nel tempo, può causare limitazione di mobilità, dolore e l’instaurarsi di disfunzioni muscolo-articolari.

La restrizione fasciale può essere causata da alterazioni posturali o biomeccaniche, traumi fisici o emotivi, stress, interventi chirurgici ecc.


Dato che il sistema fasciale si ritrova in ogni parte del corpo, una restrizione fasciale può comportare sintomi anche a distanza oppure a livello sistemico. Questo perché la “ragnatela” è un sistema di comunicazione e di connessione tra le parti del nostro organismo e trasmette le tensioni di un punto a tutto il sistema.


Oltre a questa sua capacità meccanica, la fascia ha una grande rilevanza sui sistemi vascolare, linfatico, respiratorio, digerente e neurologico, oltre che su quello muscolo-scheletrico. Insomma, è uno “snodo” davvero molto importante per il nostro sistema funzionale!

Proprio per la sua “centralità” in tantissime funzioni vitali del nostro organismo, il sistema fasciale è considerata un anello fondamentale nel mantenimento dello stato di salute ottimale e dell’omeostasi.


In ambito osteopatico, la fascia ha preso via via una rilevanza sempre maggiore. E l’approccio osteopatico all’individuazione e trattamento delle restrizioni fasciali sta dimostrando una grandissima efficacia.


Il sistema fasciale apre molti spazi di interpretazione e trattamento in ambito osteopatico, ed è da sempre un approccio che mi ha affascinato e che ho sviluppato con grande cura.

Gli argomenti “caldi” e di grande interesse che girano intorno al sistema fasciale sono tantissimi, a partire dal ruolo che la fascia riveste nel mantenimento della postura.


Con questo primo articolo introduttivo voglio quindi aprire un “filone” di approfondimenti relativi al ruolo del sistema fasciale e del trattamento osteopatico, per il mantenimento dello stato di salute ottimale!


Quindi tenetevi pronti, il viaggio alla scoperta della fascia sta per iniziare!


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square