October 21, 2019

September 22, 2019

Please reload

Post recenti

Postural Check

October 21, 2019

1/3
Please reload

Post in evidenza

I Principi dell'Osteopatia

January 5, 2018

 

 

 

Lo sapevate che l'Osteopatia si basa su 3 principi fondamentali?


Ebbene si, 3 concetti chiave sviluppati dal fondatore dell'Osteopatia, Andrew Taylor Still.

Sulla base di questi principi si articola tutto il processo di analisi, indagine e trattamento Osteopatico.

 

Seppur ormai parecchio datati i principi dell'Osteopatia continuano ad essere validi, ed anzi, grazie alle scoperte in ambito scientifico-tecnologico e all'avanzamento della teorie dei sistemi complessi, i 3 principi hanno raggiunto una validità ed evidenza ancora maggiore.

 

Ma cosa dicono questi principi?...Eccoli.

 

1. UNITA' DEL CORPO: il corpo è una unità organica in cui tutte le strutture e funzioni risultano interconnesse e inseparabili. In un'ottica sistemica ciò significa che il totale (il corpo) è maggiore (maggiormente complesso, funzionale, adattabile...) rispetto alla somma delle sue singole componenti.
In termini pratici la disfunzione o ridotta capacità di adattamento di una componente dell'organismo (es. un segmento articolare) agisce in maniera diretta ed indiretta su tutte le altre componenti e sull'organismo intero.

 

2. INTERRELAZIONE TRA STRUTTURA E FUNZIONE: la struttura e la funzione delle componenti corporee deve essere in stretta relazione. Così come la forma (struttura) regola la funzione di un meccanismo, a sua volta una funzione regola la struttura su cui agisce. Secondo i sistemi complessi, questa condizione è definibile come un feed-forward loop, in cui la migliore espressione del rapporto struttura-funzione è la massima espressione di ergonomia. Una struttura (es. una articolazione) che ha perduto la sua funzione (es. riduzione della mobilità articolare) presenterà nel tempo anche una alterazione della forma (es. compressione, degenerazione dei tessuti ecc) e viceversa.

 

3. AUTOGUARIGIONE: il corpo ha l'innata e naturale capacità di mantenersi in una condizione di bilanciamento (equilibrio dinamico). In questo senso, l'esempio classico è quello dell'omeostasi, cioè il sistema fisiologico che mantiene alcuni parametri del nostro corpo (es. la temperatura corporea) in un range di valori molto ristretti. Quando il bilanciamento viene meno, è necessario agire per ripristinarlo. Il ruolo dell'osteopata è quello di "togliere" gli impedimenti (meccanici-funzionali-metabolici) che non permettono al corpo il miglior adattamento. L'osteopata non agisce su un sintomo, ma sul sistema che impedisce il miglior funzionamento dell'organismo.

 

Tre principi classici, ma di grande attualità e innovazione, che giorno dopo giorno dimostrano la loro validità e sui quali si continua e si continuerà a studiare, indagare, interrogarsi.

 

Tre principi che inquadrano un mondo affascinante e complesso. Ed è solo l'inizio...#StayTuned

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Mattia Roppolo, PhD - DOmROI │ Via della Rocca, 22 - 10123 - Torino │ email: mattiaroppolo@gmail.com │P.IVA 11168510011 │Note Legali

© 2015 by Mattia Roppolo. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon